Nei crop circles di Montegranaro (AP)

 

Resoconto e breve intervista di un nostro corrispondente al proprietario del campo su cui è apparso un Crop Circles bei pressi di Montegranaro.

In esclusiva il resoconto sul crop circles di Montegranaro (Ascoli Piceno) e l’intervista al proprietario del campo su cui è apparso il “pittogramma”. Ringraziamo, per questa esclusiva il nostro utente e collaboratore Alex.

Premetto che ,nonostante abiti vicino al luogo della formazione, non è stato per niente facile arrivarci. Tra Affida, Montegranaro ed Ancona, mai come quest’anno, le voci di avvistamenti di strane luci sui campi di grano sono state insistenti.

A Montegranaro ,addirittura , si parlò di due formazioni anche se una sola ,in particolare, ha attirato l’attenzione di studiosi e curiosi.

Arrivati nel posto, fu molto difficile trovare informazioni utili poichè i contadini del posto erano visibilmente spaventati e vaghi nel rispondere alle nostre domande. Tutti sapevano dei “pittogrammi” ma nessuno ne voleva parlare.

In un bar, riuscimmo ad avere qualche informazione in più.

Il barista ci disse che il sindaco aveva dato ordine di non “rovinare” (quindi tagliare) il “cerchio” e che avrebbe rimborsato lui tutte le spese relative al raccolto.

In un tabacchino una signora ci disse che ormai la presenza di strane luci durante la notte è un fatto normale e che i cani abbaiano al loro passaggio. C’è un senso di paura generale nei confronti di queste sfere di luce che sorvolano i campi (BOL), e la gente si rintana in casa alla loro visione.

La tabaccaia ci indicò il posto preciso, ma fu davvero difficile accedervi. Si ci arrivava attraverso un sentiero ripido e ghiaioso e, ottenuto il consenso da un contadino del posto, è comunque ci ritrovammo presto sul campo della “formazione”.

Sulla formazione le spighe erano perfettamente piegate, ma era praticamente impossibile raccoglierle tanto erano secche: praticamente friabili.

INTERVISTA AL PROPRIETARIO DEL CAMPO:

Cosa sa del “Pittogramma” apparso sul suo campo ?

Non so chi o cosa ha creato il cerchio, quello che so è che svolgo questa attività da una  vita e conosco molto bene il grano e penso sia impossibile riprodurre un disegno del genere con questa precisione. Oltretutto la sera prima dell?apparizione del disegno abbiamo mangiato con famiglia ed amici nel giardino adiacente al campo a non abbiamo visto nulla.

Siamo stati lì fino alle 0.30 e il mio secondo figlio è tornato a casa alle 1.30 ed è rimasto li in giardino con la ragazza fino alle 3 senza vedere assolutamente nessuno. Ma il crop alle 4.45 era là. Non penso sia possibile creare in un ora e tre quarti , per giunta di notte, una simile “opera”.

Ha riscontrato anomalie nella “formazione”?

Io conosco il grano come i miei figli, ma c’è davvero qualcosa di anomalo.. Io non ho tolto il grano da lì, ci sono passato sopra e si è come sgretolato! Oltretutto ho provato a farci ricrescere qualcos’altro ma niente. Si vede solo erbetta, ma non quella che dovrebbe naturalmente crescere al posto del grano, sembra quasi “trattata”. Insomma sopra al pittogramma non si riesce più a far crescere nulla. L’erba non cresce mai in questo modo e con questa velocità.

Chi, secondo lei, è l’artefice di questo?

Io non lo so. Qui si vedono, spessissimo, luci che si muovono veloci sui campi: sembrano lucciole giganti. I cani abbaiano e la gente spesso ha paura. Non so dirvi altro.

Il contadino, visibilmente spaventato, tornò in casa.

 Alessandro collaboratore www.nonsiamosoli.com

@NONSIAMOSOLI.COM

Il suddetto articolo può essere usato e inserito in altri siti a patto che ne venga citata la fonte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *