Mistery Collection

Feed del sito

Nessun URL del feed specificato.

Sondaggi

Morgellons: realtà o finzione?
 

Statistiche Visite

Chi è online

 13 visitatori online

Notizie flash

Ufo in Nuova Zelanda, aperti archivi sugli avvistamenti

L’Esercito della Nuova Zelanda ha declassificato centinaia di rapporti militari su dei presunti avvistamenti UFO e persino di incontri con alieni. Tali documenti contengono più di 2.000 pagine di dati che includono le testimonianze di civili, militari, piloti commerciali che hanno affermato di aver visto in cielo o in altri luoghi degli oggetti volanti non identificati.

Leggi tutto...
I Menhir delle Serre Vibonesi - Mistery Hunters PDF Stampa E-mail
Scritto da Admin   
Martedì 25 Dicembre 2012 07:46

La nostra seconda avventura, alla ricerca dei misteri della Calabria antica, ci porta nel territorio delle Serre Vibonesi dove sono presenti tracce di una antichissima cultura che abitava questi ed altri luoghi nel Mediterraneo. Presenze megalitiche enormi ed importanti sotto il profilo archeologico e storico.

In molti hanno contestato e contestano l'origine antropica dei siti, bloccando direttamente o indirettamente ulteriori ricerche e scavi da parte delle autorità competenti. Scopriremo insieme alcuni punti in linea con una spiegazione geologica, altri invece che la respingono, legandosi invece in un contesto archeostorico, logico, coerente e quanto mai multidisciplinare. Di sicuro sono luoghi avvolti da fascino e mistero, con indizi e particolari che ci portano a confrontarli, ed in alcuni casi a correlarli, con tracce litiche presenti in Turchia, Serbia, Malta, Sardegna ed altri luoghi nel mondo. Luoghi lontani ma cosi simili per usi e tecniche comuni. Alcuni studiosi come il prof. Domenico Raso, danno il nome agli autori di queste opere di pietra: I Pelasgi, gli antichi signori del mare.
Una popolazione "di superstiti" scampati ad una lontana catastrofe che li sparpagliò in tutto il globo e che ha lasciato tracce, spesso uniformi, nei segni di prescrittura, sulle tecniche costruttive e sul modellamento della pietra anche in funzione di usi astronomici e rituali.

Anche questa volta ci spingiamo oltre al limite del visibile alla ricerca di risposte,correlazioni ed ipotesi, le quali forse potranno permetterci sempre di più di andare a fondo nella ricerca delle nostre origini, tanto lontane quanto sorprendenti.

http://misteryhunters.wix.com/mistery-hunters-uia
http://misteryhunters.wordpress.com/category/ricerche-mh/
https://www.facebook.com/groups/185151268196564/

 
Caso Mortegliano - Intervista Chiumiento PDF Stampa E-mail
Scritto da Admin   
Lunedì 19 Novembre 2012 17:47

ESCLUSIVA INTERVISTA RILASCIATA DAL DOTT.PROF. CHIUMIENTO SUL "CASO MORTEGLIANO" AL GRUPPO DI RICERCA MISTERY HUNTERS.

fonte: http://misteryhunters.wix.com/mistery-hunters-uia - Sitoweb Mistery Hunters

buona lettura.

1) Dott. Prof. Chiumiento, vuole raccontarci brevemente il caso di Mortegliano?

Molto ma molto brevemente: notte dell'11 febbraio 2012, ore 23:20 circa, sulla SR 252 ("Napoleonica"), nelle immediate vicinanze della nuova rotonda di
Mortegliano (UD) ci sono 7 auto ferme (5 in colonna, compresa la vettura del giovane (allora 24 anni) Leonard D'Andrea e 2 in un'area di sosta attigua alla colonna ...) ;
i conducenti di 5 auto (escludendo Leonard) successivamente si sono rivolti a chi scrive spiegando nei dettagli che cosa era loro accaduto nell'intervallo di tempo che
va dalle 22:45 circa alle 23:20 circa quando, per l'appunto, arriva Leonard! Va da sè che non è assolutamente possibile entrare nei dettagli di tutte queste testimonianze,
dal momento che io ho scritto un libro...! E in questa sede, cioè sul mio libro, si capirà l'intera dinamica della straordinariamente interessante vicenda, a livello mondiale
(che piaccia o no!) A tutt'oggi ancora non mi è pervenuta la testimonianza dell'equipaggio di una automobile che si trovava in colonna (uomo con pochi capelli, sulla
quarantina di anni, al posto di guida, a lato una donna -verosimilmente la moglie- che teneva "premuta" la testa di due bambini, che si trovavano seduti nella parte
posteriore, sotto i sedili,... ALL'EVIDENTE SCOPO di non far vedere loro la stranissima e molto alta creatura!). Come si leggerà nei dettagli nel mio libro-verità sulla vicenda,
non è che quelle auto si trovavano lì perché era stata una LIBERA scelta dei rispettivi conducenti.... : quindi, quasi tutte le vetture hanno avuto dei problemi nel
funzionamento del motore, eccetera, i cellulari assolutamente non funzionavano né per telefonare, ad esempio alle forze dell'ordine, né per fare foto!!! ci sono stati dei
disturbi fisici nelle persone presenti....e tanto tanto terrore! Tutti erano all'interno delle rispettive macchine! Non mi è nemmeno ancora arrivata la testimonianza del
conducente che, intorno alle 23:30 e arrivando dalla direzione di Codroipo, si è trovato di fronte alla scena...compresa la stranissima creatura che era in pratica quasi in
mezzo alla carreggiata....a questa visione ha iniziato subito a suonare il clacson ripetutamente e a lampare con gli abbaglianti....."disturbando" così lo stranissimo e
molto alto essere...che si è allontanato a una velocità.....(non "definibile" in pratica!).

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 19 Novembre 2012 18:01
Leggi tutto...
 
IL COZZO DEI GIGANTI - MISTERY HUNTERS PDF Stampa E-mail
Scritto da Admin   
Sabato 07 Luglio 2012 12:19

IL DOCUMENTARIO DEL GRUPPO DI RICERCA MISTERY HUNTERS SULLE FAMOSE STATUE DI PIETRA DI CAMPANA - COSENZA (CS) - BUONA VISIONE

La nostra prima avventura è sicuramente intrigante, si tratta delle famose e antichissime statue di pietra di Campana in Provincia di Cosenza.

Diversi sono i documentari su queste statue, ma nessuno si è mai spinto oltre al limite del visibile. Nelle nostre ricerche ci imbattemmo nel personaggio "a nostro avviso" più importante riguardante l'argomento.
L'architetto Domenico Canino, noto per essere lo scopritore delle pietre e in seguito per esserne diventato il più accanito studioso per quasi 10 anni ci ha raccontato la storia del suo ritrovamento oltre a quello che lui a scoperto a riguardo.
Le pietre dell'incavallicata, cosi vengono e venivano chiamate dagli abitanti del luogo, sono note da molto tempo dalla popolazione, che le ha però da sempre attribuite all'opera della natura e in particolar modo al vento.
Gli studi fatti da Canino sono confluiti in un libro appunto "Le Pietre dell'incavallicata", nel quale vengono fatte notare le incongruenze con tutte le teorie antecedenti alla sua.
Dopo varie ricerche e dopo essersi avvalso dell'ausilio di scultori, scalpellini, ed esperti nell'utilizzo della pietra ha riscontrato evidenti segni di lavorazione, oltre a una evidente simmetria lungo tutta la prima statua dell'elefante.

 

 

 

 

IL GRUPPO FACEBOOK DI MISTERY HUNTERS:

https://www.facebook.com/groups/185151268196564/

Ultimo aggiornamento Domenica 22 Luglio 2012 20:14
 
Ufo su Rende (CS) - Analisi del gruppo di ricerca Mistery Hunters PDF Stampa E-mail
Scritto da Admin   
Lunedì 24 Settembre 2012 17:39

Vi presentiamo in questo nuovo filmato i video integrali registrati dal sig. Giacomo presso la zona industriale di Rende (Cs) il 21/01/2012 e il 24/06/2012. All'interno del filmato abbiamo prodotto delle analisi sui frames più interessanti per evidenziarne al meglio i punti salienti e le similitudini in termine di somiglianza e caratteristiche di volo dell'oggetto ripreso in cielo in due momenti distinti. Dopo una approfondita analisi dei filmati, del contesto e della raccolta di diverse testimonianze sulla zona in questione negli ultimi sei anni (nella maggior parte dei casi con descrizioni molto simili all'oggetto nei video), la redazione dei Mistery Hunters valuta il caso come molto attendibile.

L'intervista in esclusiva al sig. Giacomo la potete trovare sul nostro canale youtube al seguente link: http://www.youtube.com/watch?v=0R0Htapy5rc
Ricordiamo agli utenti di seguirci anche su
http://www.misteryhunters.it
https://www.facebook.com/groups/185151268196564/
http://misteryhunters.wix.com/mistery-hunters-uia/apps/blog

Ultimo aggiornamento Lunedì 24 Settembre 2012 17:50
 
Intervista Massimo Mazzucco PDF Stampa E-mail
Scritto da Admin   
Sabato 17 Dicembre 2011 09:05

Ringraziamo Massimo Mazzucco per la disponibilità concessa e ringraziamo tutti i lettori di Nonsiamosoli.com per averci stimolato anche su tematiche non direttamente connesse all'ufologia. Buona Lettura

 

CHI E' MASSIMO MAZZUCCO?

Ho 57 anni. Fino a 35 anni circa ho fatto il fotografo di moda, poi ho lasciato quel mestiere per dedicarmi al cinema. Ho fatto alcuni film in Italia, vincendo alcuni piccoli premi al Festival di Venezia. Nel 1995 sono venuto a vivere a Los Angeles, per continuare qui il mestiere di regista e sceneggiatore.

Poi c'è stato l'11 settembre, e da quel giorno per me è cambiato tutto. Pur senza capire bene cosa fosse successo, sentivo che era stato perpetrato un inganno di dimensioni enormi nei confronti di tutta la popolazione mondiale, e ho cominciato ad approfondire meglio l'argomento. Questo ha portato, nel 2004, alla nascita del mio sito, luogocomune.net, dove sono subito affluite moltissime persone che, come me, non credevano alla versione ufficiale dell'11 settembre. Tutto questo lavoro di ricerca ha portato al documentario "Iganno globale", e quindi ho fatto la transizione dal cinema di fiction al documentario di tipo politico senza nemmeno accorgermene. 
 
A quel punto ovviamente ho cominciato a fare una scoperta dopo l'altra, e da quel giorno deciso che fosse la rete il modo migliore per cercare di diffondere i risultati del mio lavoro di ricerca.

COSA TI HA SPINTO VERSO LE TEMATICHE "COMPLOTTISTE"?

"Complottista" è un termine fasullo, con il quale si vorrebbero etichettare le persone che vedono cospirazioni e complotti dappertutto. Io non sono così. A me piace partire sempre da una ricerca dei fatti, e giungere alla conclusione che c'è stato eventualmente un complotto solo dopo aver esaminato con cura questi fatti.  
 

Ultimo aggiornamento Sabato 17 Dicembre 2011 09:11
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 6